Home

Parleremo di psicologia ossia di normalità, perché questa disciplina è nata per studiare la normalità. Non vedo un mondo invaso dalla patologia, in tutti questi anni non mi è mai accaduto. Vedo, questo sì, disagio, sofferenza, vissuti e timori di inadeguatezza, altri nomi della normalità.

Ultimi articoli pubblicati

Perché i bambini possono cambiare il mondo. Se glielo permettiamo

Nel luogo in cui sono nato, si cucina una qualità di lumache tipiche e piuttosto prelibate Si chiamano ntuppateddi. Una volta le mangiavo volentieri, ma poi si sono messe di mezzo due bambine piccole, scatenando un terremoto.  I ntuppateddi vivono nascosti sottoterra, quando sono in letargo, ed è proprio nel sottosuolo, muovendo il terreno con una zappetta, cheContinua a leggere “Perché i bambini possono cambiare il mondo. Se glielo permettiamo”

Spesso i bambini scelgono senza calcoli. Cosa comporta imitarli

Le griglie percettive del bambino sono meno sofisticate di quelle utilizzate da noi adulti.  Avendo necessità di orientarsi nel medesimo mondo dei grandi, reso sofisticato proprio dei continui apporti di questi, sono chiamati a districarsi con le poche informazioni loro accessibili. Poniamo che un adulto e un bambino partano autonomamente per compiere il medesimo viaggio,Continua a leggere “Spesso i bambini scelgono senza calcoli. Cosa comporta imitarli”

Una bicicletta rotta contro l’assuefazione. Nostra e dei bambini

Devo riparare una vecchia bicicletta, che in questi anni è stata molto trascurata, ora è tutta arrugginita. Sono stato tentato di disfarmene, ma non riesco.  Mi ricorda una mattina che non voglio, che non devo, dimenticare, il 16 marzo del 1978. Appena dopo le nove ero uscito dal negozio con la mia bici nuova diContinua a leggere “Una bicicletta rotta contro l’assuefazione. Nostra e dei bambini”

Domenico Barrilà

Sono psicoterapeuta e analista adleriano, svolgo attività clinica da oltre 35 anni.

Attribuisco particolare importanza alla responsabilità sociale della psicologia, convinzione dalla quale scaturisce una costante presenza sul territorio, accanto ai cittadini, tramite interventi pubblici, seminari e conferenze, nel nostro paese ma non solo. L’apertura del blog “Voce del verbo Stare” si pone in continuità con tale impegno.

Ricevi i nuovi articoli al momento della pubblicazione, direttamente nella tua casella di posta.

vocedelverbostare.net viene aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta dunque una testata giornalistica. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.